Spesso sentiamo parlare di Smart City e forse ancora in pochi né comprendono a pieno come cambierà il nostro stile di vita.
Un ennesimo esempio è l’applicazione dei display E-Ink in esterno per i pannelli informativi e per il mondo pubblicitario.
Secondo quanto abbiamo avuto modo di sperimentare nei nostri lettori di e-book, di cui il Kindle è il più famoso ma non l’unico, questo “magico” schermo garantisce un ottima leggibilità anche in pieno sole e … consuma pochissimo!
La prossima frontiera del display E-Ink, per la quale molte aziende stanno investendo, è l’applicazione nel mondo del trasporto passeggeri.
Seppur un investimento significativo iniziale da parte delle compagnie di trasporto pubbliche e private provate ad immaginare cosa significa per queste aziende poter comunicare orari (e le eventuali variazioni), prossimi arrivi e, speriamo meno, le comunicazioni di interruzioni del servizio in tempo reale senza dover ricorrere a personale che debba battere a tappeto il territorio per aggiornare le paline con gli orari cartacei.
Al momento ci sono fasi di sperimentazione fra cui l’ultima a Londra ma l’italianissima FIDA, già fornitore dei monitor e pannelli informativi nelle maggiori Stazioni FS italiane e partner di aziende europee per il passenger information, sta muovendo rapidi passi per far venire molto presto alla luce i suoi primi concept con l’ambizione di essere la prima azienda in Italia per le prime installazioni nelle reti di trasporto pubblico.

Foto BBC

Connessi ad una rete dati e, visto il basso consumo, alimentati da un pannello solare, che li rende completamente indipendenti dalla rete elettrica, questi display abbattono tutte le difficoltà di reti territoriali spesso non cablate nei nodi più periferici.
Gli schermi hanno le stesse dimensioni di un convenzionale segnale di fermata dell’autobus – equivalente ad un formato A5 o A4 e possono essere collegati ad una rete dati per l’aggiornamento delle informazioni.
Leggeri, a basso consumo e ad altro contrasto con il sole … questi display e-ink faranno presto tremare i monitor tradizionali, decisamente più energivori e delicati!
Translate »